lunedì 27 febbraio 2012

Cappello a cilindro

interno
dietro
A proposito di cucito...una mia amica desiderava tanto un bel cappellino a cilindro per il battesimo del nipotino.
Io a dir la verità non sono molto brava col cucito, ma ho cercato di accontentarla come meglio potevo.
Il risultato non è perfetto, ma ci ho provato. Volete sapere un segreto? Non c'è nemmeno l'ombra di ago e filo!
Ho realizzato lo scheletro in cartoncino e poi tanta colla vinilica!
davanti

Credetemi:è stato un lavoraccio!


Sempre rosso!!

Poteva mancare un bel cuore per  San Valentino? No!
Quindi eccolo pronto. Base di cartoncino rivestito per metà di rasorosso, solito fiore, ma più grande del solito e tante roselline fatte una ad una.
Venti piccole fucsia e cinque rosse grandi.

Ancora fiori rossi!



Ebbene sì! Quando una cosa mi piace continuo a realizzarla finchè non mi stufa...
Questi fiorellini poi, sono così graziosi che si possono adattare a tante cose e  mi serviva  un'idea come ricordino per gli amici in occasione della laurea di mio marito. Nulla di particolare, non una vera bomboniera, ma giusto un pensierino per fare una sorpresa anche a lui che non se l'aspettava. Via quindi di raso e tulle rosso ed ecco che l'idea prende forma. Ho fatto questi ciondolini che si possono appendere alle chiavi di una credenza, dell'armadio, in macchina o dove più ci piace.
eccoli quà!
li ho confezionati in semplice plastica trasparente e vi ho attaccato
 una pergamenina fatta al computer.
ecco quà: ideato e realizzato!
e poi ho realizzato quest'altro tipo
di roselline in panno
fiore diverso con nappina

                          


Bouquet di fiori di raso

Ogni anno nel paese dove vivo, a Belvedere di Siracusa, il 20 gennaio si festeggia San Sebastiano che è anche compatrono. Mio marito, da sempre è un fervido devoto e fin da piccoli, lo seguono anche i miei figli più grandi, in questa bella devozione che ha per tradizione un pellegrinaggio per le vie del paese, fino in chiesa.
Come dono si usa portare delle grosse candele gialle o dei bouquet di fiori o cosa curiosa, bouquet di asparagi, carciofi o arance. Quest'ultimi, sono l'antico ricordo del passato quando non ci si poteva permettere,  di acquistare candele e si offriva ciò che si aveva in casa.

finito
A me è venuta l'idea di fare qualcosa di diverso e quindi ho realizzato un bouquet di fiori di raso facendoci entrare anche il riciclo di vecchi giornali...eccolo qua appena terminato.
ho fatto una palla di giornali
legati con scotch
                  ho rivestito di raso fermato con una rete
da fioraio
i fiorellini fatti ad uno
ad uno ed incollati con colla
a caldo sulla base creata
mi sembrava un pò vuoto
ed ho inserito delle roselline
qua e là
qui mancava ancora il
fioccone davanti





Portapane

Non lo potevo più vedere in quelle condizioni questo povero portapane (in realtà non lo uso proprio come portapane). Ci voleva una bella rinfrescata, ma non avevo nessuna idea fino a quando non mi sono capitati tra le mani questi tovagliolini...


et voilà!


molto più solare!


mercoledì 22 febbraio 2012

Posta!!! Un pò in ritardo, ma...:)

Allora, andiamo con ordine. In questo periodo di assenza, ho avuto un sacco di cose da fare che pian, piano mostrerò, ma non potevano mancare anche qui i regali ricevuti dalle mie amiche di Fb per Natale!
Le poste ci hanno fatto un pò tribolare, ma alla fine, i pacchetti sono arrivati a destinazione...tranne uno che è andato perso:(


Sono di una finezza!Guardate un pò che meraviglia questa campanella della mia amica Monica

 E che dire dei bellissimi conchiglioni di Lucia?

Sono stupendi capolavori in miniatura.


E questo è il regalo di Margherita con cuoricino personalizzato col mio nome. Bellissimo!
Grazie ragazze!<3

Sono tornata!

Quanto tempo ho lasciato passare dall'ultimo post! Finalmente eccomi tornata al mio orticello che cercherò di curare un pò meglio...
Intanto, dopo tanti frizzi e lazzi, bagnati qua e là dalla pioggia battente, siamo già arrivati in Quaresima.
Tempo di riflessione e di introspezione personale da vivere ognuno nel suo credo.
Molto spesso il deserto, l'allontanamento volontario da "certe cose terrene" che distraggono facilmente, non hanno una semplice valenza cristiana o prettamente riguardante la Fede, bensì, aiutano a ricaricare le batterie scariche, a ripulire ciò che il maltempo ha ostruito o danneggiato...semplicemente a ritrovarsi... Perciò auguro a tutti un buon cammino quaresimale.